FRAGOROSO SILENZIO

mercoledì 18 agosto 2010

Ipocriti...no,solo educati in parrocchia!!!!!!!!!!!!




Ancora non ci siamo stancati di leggere sempre le stesse notizie,di leggere ciò che vogliono farci leggere?
Ancora non ci siamo stancati dei “falsi loquaci”?
Diciamo la verità…la maggioranza degli italiani non ne può più.
Non ne possiamo più di questa guerra tra bande,di questi scontri da stadio, di queste scorribande di bassa lega..
Non ne possiamo più delle invettive di Di Pietro,delle minacce del premier,delle verità assolute di Capezzone,della saggezza di Cicchito,dei gestacci di Bossi,dei languidi commenti di Bersani,delle indagini per corruzione aperte e chiuse…
Indagini abilmente gonfiate per dare lustro a qualche magistrato,che,all’attimo, sembrano la panacea di tutti i mali e che,in seguito, finiscono nel dimenticatoio, nell’indifferenza totale di chi le ha ampiamente e fastosamente promosse.
Non ne possiamo più di conflitti di interesse,di commissariamenti alle banche…pare che molti risparmiatori del Credito Cooperativo di Firenze avranno brutte sorprese…finanziamenti per comprare case mai costruite,prestiti senza rimborsi e Bankitalia accusa Verdini…il macellaio che ha fatto strada in un paese dove si può tutto…conflitto di interesse per 60 milioni…trovate gravissime irregolarità…dove sono finiti i soldi?
Non ne possiamo più di falsi arresti,di arrestati che si lasciano fotografare ai bordi di lussuose piscine,di false risse politiche …di sapere dove i politici fanno acquisti o vanno in vacanza…delle loro barche e dei loro figli….
Vogliono farci credere che se l’estate è tanto calda ( politicamente) l’autunno sarà rovente… solo i “dormienti” possono crederlo… in questi ignobili minuetti , di politico cosa c’è?
La politica ha perso ciò che la legittimava,la sua vera essenza:l’arte di governare la società…
Tra le istituzioni e i cittadini c’è un distacco preoccupante,c’è sfiducia,molti di loro provano disgusto o disprezzo,un sentimento di forte impatto negativo influenzato da una molteplicità di fattori e variabili, non escluso l’eccessivo uso di questi balletti eseguiti palesemente non seguendo un testo teatrale ma costrutti personali.
Attacchi e contrattacchi,dossier dei servizi segreti che vengono resi pubblici per silurare il “ribelle” di turno…o per rivelare situazioni illegali perpetrate alle spalle di ignari cittadini…
Credo fermamente che questo sia un momento orribile per il paese…dove…impera il “novello Nerone”,e i suoi scagnozzi sono ancor più feroci di lui,brutali le loro azioni e implacabile il loro parlare…
In un momento così difficile e inquietante per il paese…non si comprende dove stiamo andando,cosa accadrà al governo,come e se usciremo dalla crisi…l’informazione dov’è? Si continua a fare speciali sulla morte di Cossiga e non sulla reale condizione del paese….
Contrapporsi a questo stato di cose è,pressoché imprudente per i pochi non imbarcati in questo bailamme…
La politica è altro!!!!!
Così si esprimeva Tommaso Moro…. in una società ideale la politica non può essere separata dalla morale, e chi la esercita deve rispettare, come tutti gli uomini, i suoi principi, i quali sono in pieno accordo con quelli del cristianesimo. Il politico che non è affidabile nella vita privata non lo sarà neanche in quella pubblica. Ogni attività è regolata da criteri morali.
Secondo Machiavelli, per avere prospettive di successo l'agire politico deve impiegare, in piena autonomia, la sua forza e la sua abilità senza l'intralcio di scrupoli morali. La frode e la crudeltà sono ammesse come mezzo contro chi si oppone al perseguimento dell'utile.
Il "principe" è libero, anche dai principi della religione."Non si governa con i pater nostri"……
Non c’è dubbio…Tommaso Moro non ha cittadinanza nel nostro paese…invece Machiavelli …impera!!!!!!!!!!!!
Non a caso i nostri cari…politici continuano a “cianciare”di democrazia,di legalità,rispetto delle regole,di giustizia…ma sono e restano solo parolai…. E le loro parole bandiere a mezz’asta…
Come credere a questi politici che sembrano soldati abilmente schierati e armati di “pistole” fumanti?Abusivi delle libertà altrui,abilitati a creare realtà finte,a generare ipotesi fantascientifiche e attuare in un attimo ritirate strategiche…sembrano afflitti da disturbi di personalità…
Persone in cui… corruttore e corrotto si consociano ingegnosamente…
Come credere loro quando parlano di giustizia e l’Italia registra casi allucinanti di pessima giustizia che riguardano non solo i detentori illustri del potere,ma anche semplici cittadini e di cui noi spesso ci siamo occupati per continuare a dar loro voce?
Niki Aprile Gatti,Marcello Lonzi,Aldo Bianzino,Stefano Frapporti…Attilio Manca e tanti altri ancora….
MA……
“…tra il grigio delle pecore si celano i lupi, vale a dire quegli esseri che non hanno dimenticato cos’è la libertà. E non soltanto quei lupi sono forti in sé stessi, c’è anche il rischio che, un brutto giorno, essi trasmettano le loro qualità alla massa e che il gregge si trasformi in branco. È questo l’incubo dei potenti”.
JÜNGER ERNST
Trattato del ribelle,(p.33)

Sempre vigili

10 commenti:

  1. In Italia la politica sembra appartenere sempre agli stessi e l'ora di cambiare le leggi.Tutti i cittadini devono essere uguali,non si può avere sempre una casta di privilegiati ai danni di tutti.Io vedo che in altri stati europei c'è un continuo ricambio mentre in Italia,sempre uguale .Ci vogliono facce nuove e giovani che portano un nuovo senso democratico al belpaese.Ti auguro una felice serata,saluti a presto

    RispondiElimina
  2. il guaio di questo paese, è che tolto qualche mosca bianca, i restanti sono baciabanchi, conservatori, ignoranti e tendenzialmente fascisti. I quattro elementi messi insieme, costituiscono una miscela di dna che compone un soggetto viscido, qualunquista che pensa prima a se stesso che a tutto il resto incluso il proprio figlio. Un soggetto che vive e mangia il presente spianando la strada e lasciando dietro il nulla. Un soggetto che non pensa ad un domani, ma a come demolire il più possibile l'oggi a discapito di tutto basta fare soldi. La nostra classe politica rappresenta questi individui ed essa è il miraggio, la coronazione del sogno. Lo so che sono parole dure, ma per uscire da questa condizione serve una presa di coscienza popolare, una crescita culturale del popolo, l'abbandono del pensiero circoscritto al proprio orticello lasciando il liquame scorrere al di fuori. Se il popolo comprende questo, cresce eticamente e di conseguenza non avrà più un governo di cialtroni come quello che ci ritroviamo oggi. La classe politica fa ciò che vuole perchè il popolo lascia ad essa fare. Lo abbiamo visto dalle stragi di stato, dalle truffe, dal puttanesimo prorompente a nostro carico economico, dagli intrallazzi in tutte le questioni analoghe al terremoto aquilano esso incluso.

    Alcuni mi hanno detto: ma al suo posto tu non faresti uguale? Io sì! Innanzi a queste parole sentite più volte e da soggetti appartenenti a vari ceti sociali, ho capito che il percorso per uscire dal tunnel è lungo. Credo ancora in un futuro migliore perchè c'è gente come te, in parte anche come me, che attraverso i blog tentano di fare informazione, di risvegliare coscienze. La speranza è che le cose cambino prima che ci tolgano la parola altrimenti i potenti avranno raggiunto il loro scopo e sarà ancora dittatura. Una dittatura più subdola, meno evidente, una dittatura che colpirà in maniera selettiva, mirata chi disturba i loro affari. Ciò che ora accade in Italia, sembra il preludio di quanto accaduto in Argentina nel 1973. Forza upupa, ce la faremo.

    un abbraccio

    giordan

    RispondiElimina
  3. Caro cavaliere....ma quando faranno spazio ai giovani?

    RispondiElimina
  4. Caro Giordan...sicuramente ce la faremo!!!!!!!!!!!!!!!!!!Resistere!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Upupa....

    a questo post non c'è null'altro da aggiungere!!! Hai sintetizzato in maniera mirabile tutti i problemi che affliggono l'Italia!!!
    Complimenti, qualunque cosa è superflua!!!
    Un abbraccio
    Ornella

    RispondiElimina
  6. Brava Upua, infatti c'è il "ritorno del Principe"!

    Il "fine giustifica i mezzi" è un detto di Machiavelli che i potenti di turno la sanno applicare molto bene! E quanto hai fatto bene a citare Campanella, cerchiamo di costruire questa città del Sole tutti insieme!

    RispondiElimina
  7. Per TMO...questa è una piccola parte di quello che ho da dire............

    RispondiElimina
  8. ...caro incarcerato....dobbiamo fare prima gli italiani...c'è molto da lavorare!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Concordo anche con questo tuo ultimo commento di risposta all'Incarcerato. Certo è un impegno arduo forse quasi improbo.

    RispondiElimina
  10. Caro Rock...che fatica!!!!!!!!

    RispondiElimina